Dr.ssa Veronica Palermo
BIOLOGO - NUTRIZIONISTA NAPOLI

Sei in: Infonutrizione Blog Articoli Se perdi peso rapidamente, attento a cosa perdi

Se perdi peso rapidamente, attento a cosa perdi

3 Marzo 2021 di Dr.ssa Palermo

SCOPRI gli effetti di una perdita di peso rapida e come perdere peso restando in salute mantenendo i risultati ottenuti.

perdita di peso rapida schema massa grassa

Perdita di peso rapida?

Si avvicina l’estate e con essa la voglia di mettersi in costume e per chi non si sente ancora pronto, scatta il desiderio di tornare in forma in poco tempo.

Ed ecco allora che si seguono le diete più disparate, da quella dell’ananas alla dieta iperproteica per finire all’ultima moda, la dieta dukan (che dieta proprio non si può definire, come descritto meglio in questo articolo sulle diete pericolose per la salute).

Ecco che l’ansia di apparire in forma in tempi rapidi e l’illusione di dimagrimenti miracolosi, fanno si che non vengano approfondite le problematiche connesse ad un dimagrimento ottenuto con diete sbilanciate e troppo ipocaloriche che possono arrivare a compromettere lo stato di salute.

Ma diciamoci la verità, voi non volete solo perdere peso, volete perdere peso e stare in salute.

Non solo, volete perdere peso, stare in salute, ma soprattutto mantenere i risultati ottenuti.

Per fare ciò bisogna comprendere cosa succede nell’organismo durante una dieta molto ipocalorica, restrittiva e non bilanciata.

Sai cosa comporta la perdita di peso rapida?

Partiamo dal comprendere che il consumo giornaliero di zucchero (glucosio) da parte del nostro sistema nervoso, globuli rossi e della midollare del surrene arriva fino a 500-100Kcal/die.

All’inizio di una dieta molto restrittiva e fortemente ipocalorica, gli acidi grassi presenti nel tessuto adiposo forniscono energia ai diversi organi, dopo 24 ore però le riserve di glicogeno presenti nel fegato, si esauriscono ed il nostro organismo inizia a sintetizzare glucosio, tramite un meccanismo noto con il termine di gluconeogenesi, utilizzando proteine di origine muscolare (catabolismo delle proteine), praticamente si sintetizza glucosio a discapito del muscolo (massa muscolare).

Apporti nutrizionali ridotti nel tempo e per diverso tempo, possono portare ad una condizione di malnutrizione.

L’organismo quindi, cerca in una fase iniziale di mantenere o ricreare un equilibrio cercando di adattarsi al ridotto apporto di nutrienti e lo fa risparmiando energia ed azoto. Ciò porta ad una diminuzione del metabolismo basale.

Tale processo porta nel tempo, come primo sintomo, ad una diminuzione della forza muscolare dovuta alla perdita di massa muscolare, diminuzione del pool di proteine viscerali (labili), una diminuzione della risposta immunitaria, ridotta cicatrizzazione, fino ad alterazioni di organo ovvero, apparato gastrointestinale (diminuzione delle secrezioni pancreatiche, biliari e gastriche), cardiovascolare (diminuzione della massa muscolare del cuore e quindi diminuzione della gittata cardiaca), respiratorio, endocrino (la quantità di T3 si riduce a causa della ridotta conversione a livello periferico, ciò porta ad un abbassamento del metabolismo basale e se protratto nel tempo si avranno effetti a livello dell’insulina, testosterone e androgeni).

Quindi bisogna diffidare da tutte le diete che promettono una perdita di peso rapida e che non calcolano l’apporto calorico e dei nutrienti sulle caratteristiche del singolo soggetto (biochimiche, costituzionali e lavorative).

Ricorda inoltre, che se non hai imparato a gestire la tua alimentazione in modo corretto, in funzione delle tue necessità, del tuo lavoro e non cerchi di correggere le abitudini errate che ti hanno portato a mettere peso nel tempo, (nessuno nasce obeso, ci si arriva nel tempo!) una volta raggiunto il peso tanto desiderato, trascurando la salute e senza prestare attenzione alla qualità di quello che si è perso (ovvero muscolo ma non grasso), cosa farai?

Tornerai a fare quello che hai sempre fatto prima?
Tornai a commettere tutti quelle azioni che ti hanno portato a mettere peso?

Il tuo obiettivo deve essere quello di imparare a gestirsi bene, in casa, al ristorante, ad una festa, con gli amici, perdere peso, si ma di massa grassa, restare in salute ma mantenere il risultato nel tempo!

Una Dieta rapida non fa cambiare le abitudini alimentari

Il risultato finale sarà ritornare in pochi mesi alla situazione di partenza, anzi, il più delle volte peggio, in quanto si avrà perso massa muscolare e ridotto il metabolismo basale, trovandosi a non poter assumere più la stessa quantità di alimenti che si assumevano prima della dieta fast!

Rivolgiti sempre ad esperti della nutrizione che vi sapranno guidare nel vostro percorso!

Ricorda: sano, in forma e bello!

 

Saluti cordiali,
Dr.ssa V. Palermo nutrizionista a Napoli.

Un commento
Invia un commento


Solo gli utenti registrati possono commentare,
per continuare ACCEDI oppure registrati.

Ricevi notifiche via e-mail. Oppure iscriviti senza commentare.

  1. avatar
    cougar dating scrive:

    whoah this blog is fantastic i really like reading your posts.
    Stay up the great work! You recognize, many people are
    looking around for this information, you can aid them greatly.

    3 Marzo 2021 alle 20:17