Dr.ssa Veronica Palermo
BIOLOGO - NUTRIZIONISTA NAPOLI

Sei in: Infonutrizione La nutrizionista risponde Patologie e disturbi alimentari Risolvere problemi di pancia gonfia e aerofagia, quale dieta seguire?

Risolvere problemi di pancia gonfia e aerofagia, quale dieta seguire?

5 Ottobre 2015

Domanda:

Aerofagia e pancia gonfia.

aerofagia pancia gonfia

 

Salve,

da diversi mesi, dopo ogni pasto, sto soffrendo di aerofagia e ho la pancia gonfia e dura, ben visibile soprattutto la sera, dopo cena e per questo accuso dolore al basso ventre che può durare anche molto tempo, ma al mattino la situazione si normalizza e sia il dolore che il gonfiore sono spariti.

Sto conducendo un regolare stile alimentare senza bevande gassate, poca pasta e pane, sto attento a non mangiare velocemente e ho anche smesso di fumare, quindi, da cos’altro potrebbe dipendere il mio problema di pancia gonfia e aerofagia?

Per fare un esempio, ieri per cena ho mangiato una minestra ai funghi, di quelle precucinate, ma subito dopo ho cominciato a soffrire di aerofagia.

Per ultimo, sto assumendo maalox e carboni vegetali ogni giorno, ma non sto avendo alcun risultato.

Ho l’impressione che questo problema peggiori giorno dopo giorno e le sarei grato se volesse darmi qualche consiglio in merito.

Ci sono alimenti che non dovrei proprio assumere?
Quanto dovrei bere?
Potrebbe essere il caso di provare una dieta per capire cos’è che mi fa male?

La ringrazio in anticipo.
Resto in attesa di una gentile risposta.

 

Risposta:

Salve,

come prima cosa le suggerisco di fere degli esami specifici per verificare l’esistenza di eventuali patologie del tratto gastrointestinale.

Nel caso in cui non si dovesse riscontrare alcuna patologie, è molto probabile che si tratti di disbiosi, ovvero, una alterazione della flora batterica intestinale che è possibile verificare con un semplice test per disbiosi.

Con il termine meteorismo, si indica l’eccessiva produzione di gas intestinali e le scelte nutrizionali che lei farà incidono molto a livello intestinale.

Non essendo a conoscenza della sua storia clinica, le seguenti indicazioni sono generali e non specifiche.

Cibi e preparazioni da utilizzare con moderazione:

  • Brassicacee (rape, verza, cavolfiore e cavolo), latte e derivati freschi.
  • Legumi (ceci, fagioli, lenticchie).
  • Panna montata, frappè, maionese.
  • Acqua e bibite gassate, spumanti e vini frizzanti.
  • Alimenti dolcificati con polialcoli (sorbitolo, mannitolo).

Le consiglio vivamente di rivolgersi ad un nutrizionista esperto per un piano alimentare personalizzato in funzione della sua storia clinica.

 

Saluti cordiali,
Dr.ssa V. Palermo nutrizionista a Napoli.

0 commenti
Invia un commento


Solo gli utenti registrati possono commentare,
per continuare ACCEDI oppure registrati.

Ricevi notifiche via e-mail. Oppure iscriviti senza commentare.