Dr.ssa Veronica Palermo
BIOLOGO - NUTRIZIONISTA NAPOLI

Sei in: Infonutrizione Blog Articoli Tu cosa mangi, calorie o molecole?

Tu cosa mangi, calorie o molecole?

17 settembre 2015 di Dr.ssa Palermo

alimenti e dnaQuanti di voi sanno cosa stanno mangiando?

Ciò che mangiamo è fatto di sole calorie?

Quali sono gli alimenti che ci fanno bene e di cosa sono composti?

Per rispondere a queste domande è giusto partire dal corpo umano.

Il corpo umano possiamo definirlo come un sistema complesso ed aperto, ovvero un sistema costituito da diversi organi che permette l’ingresso di molecole come quelle contenute nel cibo, nei liquidi, nell’aria, negli inquinanti atmosferici presenti nell’aria che respiriamo e permette l’uscita degli stessi, sia in quanto tali che sottoforma di metaboliti di scarto, energia, etc.

Il cibo è un potente modificatore ormonale, in grado di interagire con gli organi e i tessuti del nostro corpo.

Ecco perché bisogna conoscere il proprio organismo se si vuole stare bene.

Ci si sofferma molto sul contenuto calorico degli alimenti, ma di rado sul contenuto molecolare di questi, ovvero difficilmente ci si domanda: che cosa sto realmente mangiando?

Ad esempio una porzione di pasta, una porzione di formaggio o di un altro alimento possono produrre le stesse Calorie, ma contengono molecole diverse; Agiranno allo stesso modo?

La pasta  contiene in prevalenza carboidrati, il formaggio contiene maggiormente proteine e lipidi e non contiene carboidrati, quindi anche il profilo ormonale che stimolerò  sarà diverso se assumo grassi piuttosto che  carboidrati.

Ecco che considerare l’obesità o il sovrappeso come il semplice  risultato di un eccesso “calorico” è riduttivo.

Il controllo del solo introito energetico giornaliero non è sufficiente a dimagrire o stare in forma!

Ricordiamo che dimagrire significa perdere solo massa grassa, un dato che, la sola bilancia alla quale molti fanno riferimento, non ci fornisce.

Le cellule adipose sono sensibili a delle molecole alimentari, le quali sono in grado di attivare i processi  di eliminazione dei trigliceridi, queste molecole vengono definite “modulatori epigenetici”.

I modulatori epigenetici li ritroviamo in maggior parte nei vegetali e nei legumi.

Non a caso le linee guida del World Cancer Research Fund,  raccomandano di assumere cinque porzioni di frutta e verdura al giorno.

La prima cosa che si elimina dalla tavola quando non si ha tempo o anche per pigrizia è la verdura e la frutta;

Le fibre regolano anche i livelli ormonali soprattutto dopo un pasto, magari ricco in zuccheri ed ecco che la sua carenza diviene così una causa dell’obesità!

Precisiamo che questi alimenti, oltre a contenere fibre sono ricche in vitamine, minerali e fitonutrienti che fungono da potenti antiossidanti.

Gli antiossidanti sono sostanze fitochimiche che agiscono a livello dei radicali liberi, molecole  dannose per il nostro organismo, in grado di agire a livello del DNA, causando diverse patologie.

Tra le verdure più ricche in antiossidanti ricordiamo quelle appartenenti alla famiglia delle crucifere (cavoli, broccoli, cavolfiori, cavoleti di bruelles, etc.) ottime come antitumorali, naturalmente ricche in Indoli che agiscono a livello ormonale regolandolo e bilanciandolo.

Non dimentichiamo poi tutte le verdure “colorate” ricche in carotenoidi,  che contribuiscono a rafforzare il sistema immunitario, e non solo.

Una famiglia che viene spesso trascurata nell’alimentazione attuale è quella dell’allium, nella quale si annoverano,  aglio, porro, cipolla, potenti antibatterici e stimolatori del sistema immunitario, che agiscono inoltre nel ridurre gli stati infiammatori.

Ecco che migliorando la propria alimentazione, prestando attenzione al tipo di alimento e non solo al contenuto calorico di questo, assumendo sempre verdura e frutta fresca e di stagione, possiamo rafforzare la capacità di guarigione del nostro organismo, rafforzare il nostro sistema immunitario, sentirci forti, energici ed attivi; ridurre gli stati infiammatori, caratteristici tra l’altro anche dell’obesità.

Come disse Ippocrate da kos  nel 460 a.c. “Lascia che il cibo sia la tua medicina, e la tua medicina sia il tuo cibo”.

VN:F [1.9.22_1171]
Come valuti questo articolo?
Punteggio: 5.0/5 (basato su 12 voti)
Tu cosa mangi, calorie o molecole?, 5.0 out of 5 based on 12 ratings
2 commenti
Invia un commento


Solo gli utenti registrati possono commentare,
per continuare ACCEDI oppure registrati.

  1. avatar
    paco scrive:

    Molto interessante questo articolo sul dna.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Punteggio: +2 2 voti
    18 settembre 2015 alle 21:55
    • avatar
      Dr.ssa Palermo scrive:

      In merito a ciò ci sono diversi studi, a breve pubblicherò qualche link dove potrà leggere le ricerche in merito.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Punteggio: +1 1 voto
      22 settembre 2015 alle 12:50